Come disporre i quadri sulle pareti

I quadri, con le loro svariate forme e colori, possono cambiare radicalmente gli ambienti, che abbelliti e colorati, possono diventare più accoglienti e acquistare maggiore personalità.

E’ necessario però osservare alcune regole per creare un piacevole effetto visivo.

8 suggerimenti per organizzare i quadri sulle pareti

  1. Non posizionate i quadri senza riflettere!
  • I quadri piccoli devono essere disposti all’incirca 150 cm sotto l’altezza del campo visivo;
  • I quadri grandi in spazi aperti;
  • I quadri di dimensioni medie all’altezza del campo visivo.
  1. Se posizionate un quadro sopra un divano non lasciate troppo spazio tra la cornice e la parete. La distanza ideale è di 5 – 15 cm.
  2. Su una parete grande posizionate un unico quadro di ampie dimensioni, oppure una serie di piccoli quadri.
  3. Evitate di sistemare dei quadri sia sulla parete dove c’è una finestra, sia davanti ad una finestra per via dei riflessi luminosi.
  4. Se desiderate creare un effetto dinamico su una parete, appendete al centro i quadri più grandi e quelli più piccoli intorno.
  5. Se invece vi piace un effetto molto lineare, prima di tutto selezionate le cornici che hanno dimensioni tutte uguali e tracciate una linea immaginaria dritta in verticale partendo dal pavimento. Lo spazio ideale tra una cornice e l’altra è di circa 10 cm.
  6. Create un insieme di quadri in base ad un tema che li accomuna: fiori, paesaggi, ritratti ecc…
  7. Per raggruppare più quadri con cornici di forme diverse, ecco un metodo molto utile:
  • disegnate virtualmente sulla parete un quadrato, un rettangolo oppure un ovale e, all’interno di una di queste forme geometriche posizionate i quadri; al centro il pezzo più grande oppure il dipinto che ha un impatto visivo maggiore ed intorno posizionate le altre cornici.

Potrebbe interessarti anche 4 cose da sapere per dormire e riposare bene.

Centro Commerciale, 81 - 20090 San Felice Segrate (MI) | Codice fiscale e P.IVA: 09347250962 | R.E.A. 2084774

Privacy